fbpx

Mese: Settembre 2021

Su la maschera! Consigli utili per conoscerla e applicarla al meglio

Sfatiamo un falso mito: la pelle PERFETTA non esiste!

Non parliamo nemmeno di quelle che vediamo sui social, perché ormai sappiamo benissimo che una bella piallata con Photoshop non si nega a nessuno…!

È vero che tutt* noi abbiamo l’amic* con la pelle di seta, che sembra priva di difetti, libera da ogni turbamento e che può anche dimenticarsi di mettere la crema e sembra non patirne le conseguenze.

Che rabbia, vero?!

Ma fidati di noi, NON È LA NORMALITÀ!

Certo, se decidiamo di credere agli unicorni, possiamo anche credere che uno su un milione effettivamente abbia una pelle FAVOLOSA, ma la stragrande maggioranza di noi NO quindi diamoci una pacca sulla spalla e vediamo come prendercene cura!

Quali tipi di maschere esistono in commercio?

Ormai ne esistono di tantissime forme: in crema, in gel, in tessuto, in mousse, in polvere, in hydrogel.

A seconda degli attivi contenuti possono essere classificate come purificanti, idratanti, illuminanti, schiarenti, antiage, lenitive, energizzanti etc etc.

Esistono, poi, dei prodotti che nascono con una funzionalità primaria differente, ma possono essere utilizzati come maschere!

Qualche esempio?

Il nostro SCRUB VISO ALBICOCCA & CALENDULA è un ottimo esfoliante fisico, ma se lo si lascia in posa qualche minuto come maschera agisce anche come esfoliante chimico grazie all’acido salicilico potenziando il risultato!

La CREMA CONTORNO OCCHI è molto ricca e idratante, oltre a lavorare molto bene sulle rughe, ma diventa SUPER se la si applica in uno strato più abbondante la sera prima di andare a dormire. Il giorno dopo lo sguardo è fresco e illuminato!

Quale tipologia consigliamo?

Quella che più preferisci!

Crema, gel e mousse sono le più comode e pronte all’uso, perfette se vuoi un prodotto subito da utilizzare! Le prime sono quelle che permettono al formulatore di sbizzarrirsi con gli ingredienti, mentre il gel e la mousse sono più limitati per questioni di stabilità della formulazione.

Le maschere in tessuto richiedono una leggera organizzazione logistica in quanto spesso non aderiscono bene ai tuoi connotati o sono talmente imbevute che il prodotto cola ovunque, quindi necessitano che tu rimanga sdraiat* i 15-20 minuti della posa. Una buona occasione per prenderti un momento per te!

La polvere è ottima se hai un minimo di esperienza e ti piace giocare al piccolo chimico. Puoi mescolare gli ingredienti tra loro e crearti ogni volta una maschera nuova, ma attenzione a cosa inserisci! Controlla sempre bene le percentuali di utilizzo e le incompatibilità tra le sostanze o rischi di fare danni!

Le patch mask in hydrogel (quelle gommosine) sono quelle che meno preferiamo perché gli attivi rimangono intrappolati nella gelatina e non vengono trasferiti alla pelle quindi la loro unica funzione reale è quella di decongestionare.

Che tipo di maschera è meglio applicare?

Quella che più è indicata per la zona da trattare.

Si, hai letto bene, ZONA. Lo sapevi che puoi giocare con maschere differenti per trattare al meglio le varie aree del viso che spesso hanno esigenze differenti ?

Quindi, per esempio, una MASCHERA PURIFICANTE sulla zona T, una IDRATANTE sul contorno occhi e una SCHIARENTE sugli zigomi!

Ovviamente questo è possibile solo con i prodotti in crema, gel, mousse o polvere, perché le altre tipologie sono preformate per adattarsi a TUTTO il viso.

Quali sono gli ingredienti utilizzati?

Variano a seconda della funzionalità del prodotto e della sua forma e possono essere i più disparati.

  • ARGILLE/POLVERI MINERALI O VEGETALI: adsorbono l’eccesso di sebo e donare alla pelle sali minerali preziosi, oltre a creare un temporaneo “effetto serra” che permette agli ingredienti nella maschera di penetrare in profondità. Per esempio, la nostra MASCHERA PURIFICANTE contiene argilla verde termale e carbone vegetale, perfetti per chi soffre di pelle grassa; la MASCHERA ILLUMINANTE, invece, sfrutta le proprietà dell’argilla viola del Brasile, mentre la MASCHERA IDRATANTE ha al suo interno caolino (o argilla bianca) e amido di riso, che risultano più delicate;
  • ACIDO JALURONICO e sostanze idratanti: la fanno da padrone specialmente nelle maschere in gel o in tessuto in quanto riescono a dare un effetto rimpolpato immediato (ma li puoi trovare anche nella nostra MASCHERA IDRATANTE insieme a ceramidi e fosfolipidi);
  • VITAMINA C e sostanze schiarenti: principalmente li trovi nei prodotti in crema o gel, perchè negli altri formati di maschere sono più difficili da rendere disponibili all’utilizzo e da stabilizzare (puoi trovare vari ingredienti schiarenti nella nostra MASCHERA ILLUMINANTE);
  • ALFA E BETA IDROSSIACIDI: ottimi per illuminare ed esfoliare, oltre a tenere a bada le impurità (puoi trovare l’AHA acido mandelico nella MASCHERA ILLUMINANTE).

Ma non finisce qui!

Infatti, essendo dei trattamenti “d’urto”, è bene che contengano una miscela calibrata di vari ingredienti attivi che vadano ad agire in sinergia e a dare sia un effetto immediato (laddove sia possibile) che sul lungo periodo!

Quali ingredienti è meglio evitare?

Vai caut* con gli oli essenziali perché in alte percentuali possono risultare molto irritanti.

Evita le maschere peel off che contengono alte percentuali di alcool e PVP o PVA; il primo perché irrita e disidrata, gli altri perché formano una pellicola che rovina le tubature e si accumula nell’ambiente!

Ogni quanto è meglio applicare la maschera viso?

Dipende da quale tipo di maschera.

Si tratta di un prodotto idratante, nutriente? Via libera all’utilizzo anche più volte la settimana.

È una maschera a base di argilla verde e/o con azione purificante? Meglio una volta la settimana, non di più, potrebbe risultare troppo aggressiva.

Se contiene agenti esfolianti chimici come acidi/enzimi, allora meglio aspettare 10-15 giorni, in modo da dare alla pelle il tempo di rigenerarsi!

Ora sei perfettamente addestrat* per scegliere la o le maschere più adatte alla tua pelle e sappiamo che muori dalla voglia di correre a fartene una, vero?!

Crema idratante vs crema nutriente: quali sono le differenze e quale fa al caso tuo?

Capiamo insieme quali siano le caratteristiche di un prodotto idratante e nutriente e quale dei due può essere più funzionale al benessere della tua pelle!