fbpx
Slide toggle

Contatti

Lunedì - Venerdì: 09:00 - 17:30 Via dell’Industria snc 24040 Comun Nuovo (BG) 035 595722 info@lemomocosmetics.com

Contorno occhi: i consigli per uno sguardo al top!

Se è vero che gli occhi sono lo specchio dell’anima, certi giorni sarebbe meglio starmi alla larga perché Charles Manson in confronto è un martire di pace..!

Non la pensi anche tu così?!

Se dormi poco, la zona perioculare diventa bluastra ed è subito Zio Fester-style; quando piangi guardando un film romantico prima di andare a letto, la mattina dopo gli occhi sono così gonfi da essere due fessure; se stai tanto tempo al pc ci si iniettano di sangue e il contorno occhi fa concorrenza ad un pollaio quanto a zampe di gallina.

Ci manca solo che qualche simpaticone ci guardi e ci dica:

Che sguardo stanco che hai, hai fatto le ore piccole eh??!

magari quando noi non ci vediamo poi così male e la giornata è destinata ad essere un disastro.

Può una zona così piccola dire tanto di noi e delle nostre abitudini?!

Purtroppo sì. Il contorno occhi ce le ha tutte: la circolazione linfatica e sanguigna sono più lente, la pelle è più sottile, ci sono poche ghiandole sebacee e grasso sottocutaneo, spesso si hanno conformazioni ossee avverse e, infine, ospita gli occhi (l’avresti mai detto?!) che sono la nostra finestra sul mondo con cui osserviamo, ma anche PARLIAMO attraverso migliaia di espressioni facciali e dato che in questa zona le fibre di collagene ed elastina sono meno, puoi trarre facilmente le tue conclusioni…

Non disperare! Come sempre, vediamo di conoscere insieme il “nemico” per poi pianificare la strategia di attacco!

Quali sono le principali disgrazie che possono colpire il contorno occhi? (l’importante, come sempre è non drammatizzare!)

1.LE OCCHIAIE ovvero i cerchi scuri sotto o attorno agli occhi. Il colore può variare:

  • grigie-brunastre in quanto dovute ad un accumulo di melanina nella zona perioculare. Tipicamente questo tipo di occhiaie hanno un’origine genetica e compaiono già in tenera età, ma possono anche essere dovute all’invecchiamento e/o all’eccessiva esposizione ai raggi UV;
  • blu-grigiastre causate da una stasi ematica: questa può essere dovuta allo stress, al poco sonno, alle cattive abitudini e, dunque, è temporanea; oppure essere congenita e associata anche ad uno strato adiposo molto sottile, se non inesistente (aaaah quando serve il grasso non c’è mai!!) che lascia intravedere maggiormente i vasi sanguigni sottostanti.
  • blu-violacee o rosso-giallastre post-infiammazione, generalmente dermatite cronica oppure allergia da contatto; questo tipo di colorazione si forma per ripetuti sfregamenti della zona generati da un fastidioso prurito.

2. LE BORSE sono, invece, i rigonfiamenti che possono comparire sopra, ma soprattutto sotto l’occhio.

Possono essere: causate da un ristagno di liquidi dovuto ad un consumo eccessivo di sale, stanchezza, stress o allergie (in questo caso sono passeggere); conseguenti all’invecchiamento e alla perdita di tono dei tessuti che portano ad un “rilassamento” del tessuto adiposo locale con conseguente gonfiore (e si può giocare sulla prevenzione, ma fino ad un certo punto); legate a caratteri ereditari (in poche parole: te le tieni!).

3. LE RUGHE. Dobbiamo davvero spiegarti di cosa si tratti?! Andiamo oltre e vediamo cosa possiamo fare, che è meglio!

Qual è la strategia d’attacco delle Momo?

Come sempre, la cosa migliore è PREVENIRE quindi sì agli occhiali da sole che proteggano dai danni dei raggi UV. Più grandi sono, meglio è. In questo modo limiterai lo scurirsi della zona perioculare e il foto-invecchiamento.

In un mondo ideale ti consiglieremmo anche di:

  • mangiare poche schifezze;
  • dormire tanto e bene;
  • evitare di stressarti;
  • non toccare continuamente gli occhi;
  • ridurre il fumo.

Sappiamo benissimo, però, che è più facile a dirsi che a farsi perciò ecco alcuni consigli e prodotti che possano fare al caso tuo!

Struccati sempre con prodotti efficaci, ma delicati.

Oltre che per tutte le ragioni che trovi nella nostra guida allo struccaggio, rimuovere il make-up è FONDAMENTALE per la salute del contorno occhi. Utilizza prodotti efficaci, in questo modo non dovrai accanirti sfregando ripetutamente questa zona super delicata!

Se devi struccare il mascara waterproof o un trucco particolarmente strong, opta per prodotti a base oleosa, in emulsione oppure per struccanti bifasici: gli oli contenuti scioglieranno il make up e i tensioattivi eviteranno la formazione dell’odiosa patina sugli occhi! Trovi il nostro bifasico qui.

Per trucchi più leggeri puoi usare il nostro latte detergente o l’acqua micellare.

Il tuo cruccio sono le borse? Via col…freddo!

Come detto prima, possiamo intervenire sulle borse con trattamenti cosmetici solo nel caso in cui siano causate da un ristagno di liquidi.

Qual è la strategia?

  • Cerca di dormire almeno 7 ore al giorno, supin* e con la testa leggermente sollevata in modo da sfavorire il gonfiore;
  • utilizza il nostro Roll-on contorno occhi prima con movimenti leggeri e circolari dal dotto lacrimale verso l’angolo esterno dell’occhio, poi picchiettando il prodotto con il dito. L’associazione di movimento, freddo della pallina di acciaio e sostanze attive (caffeina, cetriolo) contribuisce immediatamente a drenare i liquidi e a ridurre l’effetto sguardo stanco. Si tratta di un gel fresco dal rapido assorbimento che svolge un’azione extra di idratazione grazie all’acido jaluronico, l’Aloe e la placenta vegetale ed è in grado di donare uno sguardo immediatamente più sveglio e disteso grazie all’associazione di ciclodestrine e dipeptide.

Non vuoi diventare testimonial per il WWF?

Come darti torto…i panda sono carini e coccolosi, ma somigliargli magari anche no! Come puoi ridurre il colore scuro attorno agli occhi?

Se dipende da un’eccessiva iper-pigmentazione della zona, oltre ad optare per i sistemi preventivi (occhiali da sole e crema solare), puoi provare ad utilizzare prodotti a base di ingredienti attivi schiarenti; fai attenzione, però, che non contengano alfa- o beta-idrossiacidi in quanto risulterebbero troppo aggressivi per questa zona molto delicata.

Se, invece, il colore è blu-violaceo dovuto ad una condizione di stasi ematica transitoria, puoi optare per prodotti che aiutino la microcircolazione dell’area favorendo l’attenuarsi della colorazione scura. Per esempio, la nostra crema contorno occhi è una vera bomba perché contiene l’estratto di Mela annurca (una varietà IGP campana), oltre a mirtillo e pomodoro, che ha straordinarie proprietà antiossidanti e antifatica, aiutando tantissimo a donare allo sguardo un aspetto immediatamente più sveglio; inoltre, agisce schiarendo la colorazione scura dell’occhiaia, riduce le zampe di gallina e il gonfiore grazie all’azione di una miscela brevettata di estratto di corteccia di albero della seta e di una molecola ricavata dalla primula.

La puoi applicare su tutta la zona perioculare, anche sulla palpebra superiore!

Se vuoi un effetto potenziato puoi anche applicare la crema in uno strato un po’ più spesso ed utilizzarla come maschera notturna! La mattina lo sguardo sarà luminoso e disteso, provare per credere!

Infine alcuni consigli…

  1. Applica i prodotti con movimenti leggeri, picchiettando e mai stirando eccessivamente la pelle;
  2. la direzione di applicazione deve essere sempre dal dotto lacrimale verso l’esterno;
  3. evita prodotti acidi o dall’elevato potere irritante (no retinolo): questa zona è molto delicata e dev’essere trattata con prodotti specifici;
  4. non sfregare gli occhi;
  5. mantieni gli occhi ben idratati: se necessario, ogni tanto, applica qualche goccia di collirio a base di sostanze funzionali umettanti.

È vero, si parla con gli occhi e questo può facilitare la comparsa di rughe di espressione. Ma vuoi davvero precluderti una sana risata per qualche ruga in meno? Vivi intensamente e sorridi, la serotonina e la dopamina, ormoni della felicità che è stato dimostrato vengano sintetizzati anche a seguito di risate, ti aiuteranno a guardarti allo specchio con ottimismo…e a non badare troppo alle rughe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *